Una camminata che cambia la vita…

Era una fredda sera di gennaio, illuminata dal bagliore dei carboni ardenti appositamente preparati per la nostra prova. Ripensando a quel momento sento ancora oggi l’odore del fumo, il freddo alle gambe e la grande carica emotiva che pervadeva il mio corpo. Non c’era più modo di tirarsi indietro. Nonostante un centinaio di persone urlassero intorno a me “è ghiaccio! è ghiaccio!” era come se fossi solo davanti alla mia sfida personale: dieci metri di carboni ardenti su cui avrei dovuto camminare senza bruciarmi. Ero fermo, all’inizio del percorso, il frastuono delle persone era, per me, solo un rumore di fondo. Gerry mi guarda fisso negli occhi per un attimo e mi grida “VAI!”

In quel momento mi sono sentito invincibile, niente mi avrebbe scalfito, ero al massimo dell’energia. Un’energia che non sapevo neanche di avere.

Faccio il primo passo.

poi il secondo… e il terzo.

Oramai non mi ferma più nessuno.

E’ incredibile, non sento alcuna sensazione di calore sotto i piedi, anzi, la sensazione è piacevole, come camminare su qualcosa di tiepido e morbido. Ma non devo perdere la concentrazione e precedo inesorabile fino alla fine del percorso. Poco più di 10 passi, una manciata di secondi. Alla fine del percorso travolgo addirittura i due addetti, che prontamente mi gettano acqua fresca sui piedi. Non ne avrei avuto bisogno. Il mio picco emozionale era alto al punto che avrei potuto proseguire forse per altri 10, 20, 30 metri, chissà…

E così dopo di me altre persone fanno la loro camminata, intanto asciugo i miei piedi illesi e rientro nell’aula in cui si è tenuto il corso ULISSE. Scambio alcune parole con mia moglie, anche lei reduce illesa dalla camminata sui carboni ardenti. Anche lei è stupita di quanto ha appena fatto.

La notte non riesco a prendere sonno… l’adrenalina è ancora in circolo e non mi permette di dormire. Così ne approfitto per riflettere su quanto spiegato da Gerry durante il corso. E’ vero, viviamo una vita piena di limitazioni e la cosa più assurda è che queste limitazioni sono auto-imposte. “Non posso fare questa cosa…”, “Non riuscirò mai in questo..”, e via con una serie di convinzioni limitanti che abbiamo impresse nel cervello e che ci limitano ogni giorno facendoci vivere una vita di rassegnazione, negandoci i successi che invece ci aspettano dietro l’angolo.

La paura spesso prende il sopravvento e ci impedisce di fare scelte vincenti. Per questo la paura deve essere dominata. Camminando sui carboni ardenti dimostri a te stesso che sei capace di fare cose che mai avresti pensato di fare. Eppure ce l’hai fatta. E allora, se hai fatto questo, puoi fare qualsiasi cosa nella tua vita. Certo non è facile, ma con le giuste tecniche riuscirai a dominare la paura, gestire le emozioni e trovare in te le risorse, il coraggio e la motivazione per superare qualsiasi difficoltà.

Il prossimo appuntamento con il corso ULISSE è il 17-18-19 Luglio a Battipaglia (SA). Te lo consiglio con tutte le mie forze. E’ un piccolo investimento che ti cambierà la vita e rivoluzionerà il tuo modo di pensare. DEVI assolutamente partecipare.

Hai paura? Ricordati che i carboni ardenti ti bruceranno solo se sarai tu a permetterglielo!

Maurizio Del Corso

Clicca qui per avere informazioni sul corso ULISSE

P.S. Ecco il video della mia camminata. Lo rifarei 100 volte!

È ghiaccio! È ghiaccio!...

Pubblicato da Maurizio Del Corso su Mercoledì 20 gennaio 2016

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *