Tutorial colore – parte 2/3: Come funziona la colorazione?

Nel precedente articolo abbiamo visto la struttura del capello e quali elementi della struttura sono responsabili della colorazione. In questa seconda parte vediamo come funziona la colorazione artificiale dei capelli. Questo ci permetterà di comprendere a pieno il perché i prodotti per la colorazione vanno utilizzati in un modo ben preciso.

Classificazione delle colorazioni

A parte le colorazioni estremamente fugaci, quelle che hanno una durata molto limitata e generalmente si dissolvono al primo shampoo, le colorazioni artificiali possono classificarsi in tre tipologie principali:

  • Diretta
  • Tono su tono
  • ad Ossidazione Permanente

Vediamole in dettaglio.

Colorazione diretta

E’ una colorazione che impiega pigmenti puri pre-ossidati (ovvero già colorati) piuttosto grossi che vanno a depositarsi sulla sola parte esterna del capello. In pratica i pigmenti si depositano direttamente sopra le squame per cui la durata può andare dai 4 ai 12 shampoo. Questo tipo di colorazione viene fatta in ambiente acido. In ambiente acido infatti le squame del capello sono chiuse, quindi il colore non riesce a penetrare all’interno del capello rimanendo così circoscritto alla sola parte esterna (vedi figura). L’effetto di questa colorazione si traduce in leggerissimi riflessi e in una mascheratura dei capelli bianchi.

diretta

Nella colorazione diretta il pigmento pre-ossidato si deposita all’esterno del capello

Tono su Tono

La colorazione Tono su Tono è da considerarsi una colorazione ad ossidazione. Questo significa che i pigmenti si formano direttamente all’interno del capello grazie alla reazione chimica tra agente ossidante e i cosiddetti “precursori di pigmentazione” (vedremo successivamente i dettagli di questo processo). Risulta quindi evidente che la colorazione tono su tono prevede la penetrazione del colore all’interno del capello ed in particolare nei primi strati al di sotto delle squame (vedi figura). Per consentire ai precursori di pigmentazione di penetrare all’interno delle squame queste devono essere aperte in modo forzato. L’apertura delle squame si ottiene operando in un ambiente alcalino il quale, a sua volta, si ottiene grazie all’impiego di ammoniaca o altro agente alcalino. Nella colorazione Hi-Love non viene utilizzata l’ammoniaca per cui si evita l’inconveniente del forte odore tipico dell’ammoniaca che si sprigiona durante l’applicazione. E’ vero che l’odore di ammoniaca non ha effetti negativi sulla salute, ma sicuramente contribuisce a rendere poco confortevole l’ambiente di lavoro sia per il parrucchiere sia per i clienti. La colorazione Tono su Tono non ha potere schiarente ed ha un potere di copertura dei capelli bianchi che va dal 30 al 75%. In particolare, con i prodotti Hi-Love, si parla di “Tono su Tono LIGHT” qualora si impieghino 50ml di colore unito a 50ml di emulsione ossidante 10vol e a 25ml di attivatore a base acida. Quest’ultimo infatti abbatte parzialmente l’azione dell’ossidante generando una colorazione meno intensa. I capelli bianchi vengono coperti al 30-35% in termini di colorazione (trasparenza del colore). Si parla invece di “Tono su Tono PLUS” quando non si impiega l’attivatore a base acida: in questo caso la colorazione sarà più intensa e i capelli bianchi vengono coperti al 75%.

 

Nela colorazione tono su tono i pigmenti si posizionano nei primi strati al di sotto delle squame

Nella colorazione tono su tono i pigmenti si posizionano nei primi strati al di sotto delle squame

Colorazione ad Ossidazione Permanente

E’ una colorazione schiarente in cui i pigmenti si formano nel capello e si posizionano uniformemente all’interno di quest’ultimo anche negli strati più profondi (vedi figura). Anche questa colorazione viene effettuata in ambiente alcalino per favorire la penetrazione degli attivatori attraverso le squame. L’effetto di schiaritura si ha solamente sui pigmenti naturali del capello, per cui non è pensabile effettuare la colorazione ossidante permanente su capelli già colorati artificialmente. In questi casi è necessaria una prima fase, detta “DECAPPAGGIO” che permetta di eliminare il pigmento artificiale dall’interno del capello. Con questo tipo di colorazione i capelli bianchi vengono coperti al 100% e la durata è permanente.

tono

Nella colorazione ad ossidazione i pigmenti sono distribuiti uniformemente in tutto il capello

Il processo di colorazione

Con riferimento alla colorazione ad Ossidazione Permanente, come avviene chimicamente la colorazione artificiale del capello? Operativamente viene preparata la miscela di colore che andrà applicata fisicamente sul capello. La miscela contiene sia il colore che l’emulsione ossidante e, dal momento in cui è pronta per l’applicazione, il suo effetto sul capello varia nel tempo. L’intero processo dura 35 minuti durante i quali si individuano le seguenti fasi:

0-10min: fase in cui l’agente alcalino provoca l’apertura delle squame del capello;

10-20min: fase di schiaritura, in cui l’ossigeno schiarisce il pigmento naturale presente nel capello;

20-30min: fase di deposizione del colore. Qui i precursori di pigmentazione vengono attivati dall’ossigeno e si trasformano in pigmenti

30-35min: fase cosmetica, in cui le squame si richiudono e le sostanze nutrienti vengono depositate sul capello.

E’ essenziale avere ben chiare queste fasi. Sono ben precise e ben definite e ti servono per avere il completo controllo sul processo di colorazione. Ad esempio non puoi pensare di preparare la miscela e fumarti una sigaretta prima di applicarla sui capelli. I 10 minuti impiegati a fumare la sigaretta ti fanno passare direttamente alla fase di schiaritura che ovviamente non avrà effetto in quanto le squame non sono aperte. Altro grave errore è quello di risciacquare dopo 20 minuti dall’applicazione della miscela: dopo 20 minuti siamo all’inizio della fase di deposizione del colore e se risciacqui in questo momento otterrai solo la schiaritura. Se hai a che fare con un capello non poroso alla radice e molto poroso sulla lunghezza e punte, puoi iniziare l’applicazione della miscela dalle radici e applicarla poi alle punte solo dopo 20 minuti se vuoi depositare il colore sulla base già presente nel capello. Insomma, presta bene attenzione a queste fasi, solo in questo modo potrai ottenere il risultato desiderato ed evitare le lamentele delle clienti!

La figura seguente riassume le fasi del processo di colorazione.

Le fasi della colorazione con i prodotti Hi-Love

Le fasi della colorazione con i prodotti Hi-Love

Nel prossimo articolo parleremo dei colori Hi-Love e di come miscelarli per ottenere risultati sorprendenti. Se hai domande su questo articolo scrivile nei commenti e i nostri esperti saranno lieti di risponderti!

Nessun commento

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *